I Cipressi Italiani

Il Cipresso Italiano

Il cupressus sempervirens, noto ai pi¨ come cipresso italiano, Ŕ probabilmente originario dell'Asia anche se da sempre Ŕ diffuso nei paesi dell'area mediterranea.

La pianta Ŕ estremamente presente nel nostro paese, a tal punto da indurre molti di noi ad associare il cipresso proprio a quello italiano, nonostante esso sia solo un esemplare della variegata specie.

I cipressi italiani hanno la tipica forma a cono che va restringendosi verso l'alto fino a terminare con una stretta punta.

La forma a colonna rende gli alberi particolarmente eleganti ed ornamentali, oltre che imponenti considerando come la loro altezza possa raggiungere i cinquanta metri.

Le foglie sono minuscole, simili per certi versi a delle squame delicate e di colore verde scuro. Foglie che, come sanno molti, quando si schiacciano rilasciano un caratteristico odore che, a seconda dei gusti, appare pi¨ o meno piacevole.

Al di lÓ delle opinioni personali Ŕ per˛ doveroso ricordare come dai rami dei cipressi si estragga un olio ritenuto benefico per la cura di diverse malattie che affliggono l'apparato respiratorio.

I rami ospitano poi i frutti, noti col nome di gazzozzola, che sono di forma circolare e di colore verde, tonalitÓ che, durante la maturazione, si avvicina progressivamente al marrone intenso.